Reblog da un amico che vive a Berkeley su un aspetto Cultural Televisivo dell’Italia anni ’80

Pensieri da oltre oceano

Qualche giorno fa mi è capitato di rivedere una puntata della trasmissione “Quelli della Notte”. Era circa il 1985. Ve li ricordate? Era ambientato in un inverosimile salotto di un fittizio appartamento a Roma di Renzo Arbore, con un’orchestra jam di super musicisti: La New Pathetic Elastic Orchestra (forse una sottile, ma non troppo, allusione alle Plastic Ono Band e la Electric Light Orchestra?). L’orchestra, con geni musicali come Gege’ Telesforo con i suoi skatting e Sal Genovese con il suo sax, era la punteggiatura di tutta la trasmissione, riproponendo, fra uno sketch e l’altro, e in stile jazzato, vecchie canzoni italiane, come “Zingara” o “Bongo Bongo  Bongo”, e nuovi—a quei tempi—piacevoli tormentoni come la sigla iniziale “Ma la notte no” e quella finale “Il materasso”. L’immaginetta/altare di Louis Armstrong a volte piangeva nel sentire cotanto strazio della musica jazz…

E chi non si ricorda il divano con gli ospiti…

View original post 665 altre parole